Ciclismo

Che tu debba affrontare l’amatoriale gara di paese o che invece tu voglia prepararti per il Giro d’Italia, Tour de France o Vuelta la cosa più saggia da fare oltre ad allenarti è seguire correttamente un piano alimentare per il ciclismo in modo da avere energia sempre pronta e disponibile.

È opportuno infatti saper mangiare nel modo giusto al momento giusto così da non vanificare gli sforzi e rimanere senza energia. Andranno aboliti o quanto meno limitati cibi grassi, ricchi di conservanti, merendine, snack oltre che alcolici, bevande gassate e zuccherate. I 3 pasti principali nell’alimentazione del ciclista dovranno essere fatti avendo ben cura di far passare almeno 3 ore prima cimentarsi nella prestazione.

La colazione ottimale prevede carboidrati complessi che contribuiscono a rilasciare energia per lungo tempo. Il pranzo sarà composta da carboidrati e frutta, che però dovrà essere evitata nel caso di insorgenza di crampi. Questi ultimi verranno eliminati tramite assunzione di sali minerali. La cena infine avrà l’importante funzione di favorire il recupero tramite le Proteine che oltre a ridare energia innescano la funzione plastica dei muscoli e  le verdure che apportano vitamine e sali minerali.

Buona norma in un piano alimentare per il ciclismo è quella di assumere barrette energetiche prima di arrivare a casa, le quali contribuiranno a ridurre l'affaticamento e favoriranno il senso di sazietà evitando abbuffate. Un corretto riposo è altro aspetto importante di cui tenere conto.

piano alimentare ciclismo

Articoli da 1 a 12 di 18 totali

per pagina

Pagina:
  1. 1
  2. 2

Articoli da 1 a 12 di 18 totali

per pagina

Pagina:
  1. 1
  2. 2